La carne, le uova e i derivati del latte prodotti dagli animali tenuti perennemente al pascolo sono ideali per la salute. Confrontati con i prodotti commerciali offrono un contenuto molto inferiore di grassi totali, di grassi saturi, di colesterolo, di calorie e di colibatteri. Nel contempo forniscono un apporto infinitamente superiore di microelementi, vitamine A-C-D-E-K, beta carotene, sostanze antiossidanti a livello cellulare quali gli acidi grassi omega 3 e CLA (Coniugated Linoleic Acid). Inoltre non contengono tracce di ormoni aggiunti, antibiotici, medicinali, diserbanti , fitofarmaci e nitrati.

Inferiori in Grassi e Calorie

Sono parecchie le differenze nutrizionali tra la carne degli animali Grassfinished (“finiti” al pascolo) e quelli allevati con metodi commerciali. Per cominciare la carne prodotta da bovini, pecore e polli al pascolo ha molti meno grassi totali. Se la carne è molto magra può avere anche un terzo di grassi in meno rispetto ad un taglio simile di carne fatta con cereali. Numerose ricerche confermano che i regimi alimentari a base di carne Grassfinished riescono ad abbassare i livelli ematici di Trigliceridi e di LDL (il colesterolo “cattivo”). Contenendo meno grassi apportano anche meno calorie (circa 100 calorie in meno per ogni porzione di 300 grammi che rapportate ad un consumo medio annuo pro capite di 30 Kg di carne assommano a circa 10.000 calorie con una perdita di peso di circa 2,5 kg ogni anno a parità di dieta, senza compiere alcuno sforzo o cambio di abitudini alimentari.

Extra Omega 3

La carne di animali “finiti” al pascolo contiene un Acido Grasso Polinsaturo Essenziale chiamato Omega 3 in quantità superiore di 3-4 volte rispetto alla carne prodotta da animali alimentati con cereali. Gli Omega 3 sono chiamati “grassi buoni” perché giocano un ruolo vitale per le cellule ed il sistema immunitario del nostro corpo. Chi assume grandi quantità di Omega 3 nella dieta ha molte meno probabilità di soffrire di attacchi cardiaci dovuti a sbalzi di pressione arteriosa o problemi di arteriosclerosi. Potenti antinfiammatori utili nella terapia dell’artrite, gli Omega 3 rivestono un ruolo essenziale anche a livello cerebrale. Le persone che assumono una dieta ricca in Omega 3 sono meno soggette a soffrire di depressione, cali di memoria, deficit di attenzione ed Alzheimer. Favorevoli effetti positivi si sono riscontrati in esperimenti di laboratorio, sulla loro capacità di ridurre i rischi di insorgenza e proliferazione di alcuni tipi di cellule tumorali. Gli Omega 3 sono molto abbondanti in alcuni tipi di pesci grassi (pesce azzurro e salmone selvaggio, non da allevamento) in alcuni tipi di frutta secca(noci), nei semi di lino e di ribes nero, ma sono altrettanto presenti negli alimenti che derivano da animali perennemente al pascolo. La ragione è semplice. Gli Omega 3 sono la materia prima costituente dei cloroplasti che compongono le cellule di foglie ed alghe, al cui interno si sviluppa il processo più importante della vita sul pianeta: la fotosintesi clorofilliana. Da ciò ne consegue che il 60% degli acidi grassi presenti nell’erba sono Omega 3.

A scanso di equivoci ci corre l’obbligo di specificare che dal momento in cui agli animali al pascolo viene somministrata una dieta convenzionale a base di cereali poverissima di Omega 3, questi cominciano immediatamente a perdere la considerevole quantità di questo prezioso presidio terapeutico immagazzinato in precedenza. Il grafico che segue ne illustra il costante declino:

grafici 2

Questa è una delle ragioni per cui i nostri animali vengono allevati perennemente al pascolo e non assumono un solo grammo di cereali in tutta la loro vita. Per la stesso motivo anche i polli che alleviamo hanno sempre libero accesso al verde dei nostri prati. Quando i polli sono allevati in allevamenti industriali ( anche se allevati a terra) ma privati della possibilità di accedere all’erba, carne e uova sono poverissime di Omega 3. Le uova di galline al pascolo possono contenere fino a 10 volte il quantitativo di Omega 3 rispetto a quelle prodotte da galline di allevamento. Passare ad una alimentazione ricca di carne, uova, latte e derivati del latte prodotti da animali perennemente al pascolo, offre la possibilità di avvalersi del notevoli effetti benefici che gli Omega 3 sono in grado di apportare al nostro benessere.

Extra CLA

La carne ed i derivati del latte prodotti dai ruminanti allevati perennemente al pascolo, sono la più ricca fonte conosciuta di un altro importante Acido Grasso che, come l’Omega 3, il corpo umano non riesce ad auto produrre: il CLA ( Coniugated Linoleic Acid), efficace antiossidante che agisce da potente stimolatore del sistema immunitario e riveste un ruolo fondamentale nell’inibire la formazione, lo sviluppo e la diffusione di cellule tumorali. Oltre a rappresentare una delle più potenti risorse anticancro di cui possiamo disporre, il CLA sembra favorire il mantenimento di un peso corporeo regolare incrementando la massa muscolare a discapito degli accumuli di grasso. I prodotti che derivano dai ruminanti che si alimentano esclusivamente di erba fresca, contengono dalle 3 alle 5 volte una maggior quantità di CLA rispetto a quelli prodotti da animali allevati con metodi convenzionali. Numerose sperimentazioni hanno dimostrato la sua efficacia anche solo assumendo giornalmente modiche quantità di latte crudo, formaggi e carne rossa , ma soltanto da bovini allevati perennemente al pascolo.

Extra Vitamina E

Associata ad un inferiore rischio di malattie cardiache e cancro, la Vitamina E,potente antiossidante con proprietà anti-invecchiamento, è presente nella carne Grassfinished in percentuali molto superiori (250%) rispetto alla carne Grainfinished.